Sarah Silverman parla della depressione | IT.rickylefilm.com
Il trucco

Sarah Silverman parla della depressione

Sarah Silverman parla della depressione

Sarah Silverman sulla sua battaglia con la depressione

Sarah Silverman è esilarante e irriverente - ma il comico ha vissuto anche attraverso alcuni "anni molto bui". Si apre circa la sua battaglia con la depressione e la sua carriera gutsiest muoversi ancora.

Cinque anni fa, ho ricevuto una telefonata di punto in bianco. Uno scrittore di nome Amy Koppelman mi avesse sentito parlare di depressione The Howard Stern Show e lei voleva che io fossi nel film basato sul suo libro, ho sorriso. La storia era di una madre di periferia e casalinga, Laney Brooks, che sulla carta ha tutto, ma, in realtà, soffre di depressione e di auto-medicazione del con la droga e l'alcool. Ho detto, "Cool, sì certo". Non è mai venuto in mente che il film sarebbe ottenere fatta. Perché ciò accada, si dovrebbe avere una stella attaccato, giusto?

Tre anni dopo, ho ricevuto una e-mail dicendo: "Sta succedendo, abbiamo ottenuto il finanziamento!" Ho risposto: "Yay!" E poi ha iniziato a tremare. Cosa avevo fatto? Sapevo giocare Laney mi avrebbe portato di nuovo ad un luogo molto buio.

Ho sperimentato la depressione quando avevo 13 anni stavo tornando da un viaggio in campeggio scuola che era stata infelice: ero triste, un bedwetter, e ho avuto Pampers nascosti nel sacco a pelo - un segreto enorme e vergognoso da trasportare. Mia mamma era lì per venirmi a prendere, e stava prendendo le immagini come un paparazzo. Vedendola fatto lo stress degli ultimi giorni colpito a casa, e qualcosa cambiò dentro di me. E 'successo veloce come il sole che dietro una nuvola. Sapete come si può andare bene un momento, e il prossimo lo è, "Oh mio Dio, ho cazzo ho l'influenza!"? E 'stato così. Solo questa influenza è durato per tre anni.

Il mio punto di vista è cambiato. Sono andato da essere il clown classe per non essere in grado di vedere la vita in quel modo casuale più. Non ho potuto fare con l'essere con i miei amici, non sono andato a scuola per mesi, e ho cominciato ad avere attacchi di panico. La gente usa "attacco di panico" molto casualmente qui a Los Angeles, ma non credo che la maggior parte di loro sanno davvero di cosa si tratta. Ogni respiro è affannoso. Stai morendo. Stai per morire. E 'terrificante. E quando l'attacco è finito, la depressione è ancora lì. Una volta, il mio patrigno mi ha chiesto: "Che cosa ci si sente?" E io dissi: "Ci si sente come se fossi disperatamente nostalgia di casa, ma sono a casa."

Ho passato diversi terapisti. Il primo si è impiccato. Ironia? Si. Un altro continuava alzando il mio Xanax fino a quando stavo prendendo 16 al giorno. Quattro Xanax, quattro volte al giorno! Ho salvato tutte le bottiglie in una scatola da scarpe, perché ho pensato, 'Beh, almeno se io muoio e hanno trovato questo, sapranno che cosa è successo.' Io ero uno zombie che cammina attraverso la vita. E poi, qualche anno più tardi, la mia mamma mi ha portato a un nuovo psichiatra, che mi ha fatto fuori meds completamente nel corso di sei mesi. Ricordo prendendo che nell'ultimo mezzo pillola alla fontana di acqua di alta scuola e, infine, la sensazione di nuovo me stessa.

E per i prossimi sei anni sono stato me stesso; la vita è stata buona! Mi sono iscritto come un grande dramma della New York University (che avrei voluto essere un artista da quando avevo tre) e iniziato a fare serate aperte-mic in tutta la città. Poi, a 22 anni, mi sono assunto come scrittore-performer per Sabato Night Live. Il mondo intero era aperta per me! Ma una sera, seduto nel mio appartamento, è venuto su di me di nuovo. Anche se era stato nove anni, ho capito la sensazione immediata: la depressione.

Panico. Avevo pensato che fosse andato per sempre, ma era indietro. Il mio amico Marco mi ha aiutato a ottenere attraverso di essa. Mi ha trovato un terapeuta alle 2 di notte e mi ha informato che no, non sarei smetto SNL di mattina e di tornare in New Hampshire. Invece, ho avuto una prescrizione per Klonopin, che blocca gli attacchi di panico. E mi ha salvato la vita, anche quando sono stato licenziato dalla SNL alla fine della stagione (si è scoperto, non sapevo io abbastanza bene per fare una vera impressione). Alla fine ho svezzato fuori Klonopin, ma, fino ad oggi, ho sette pillole in mio zaino che non ho mai toccare. Sapendo che sono lì è tutto quello che serve.

Da allora, ho vissuto con la depressione e imparato a controllarlo, o almeno a cavalcare le onde come meglio posso. Sono su una piccola dose di Zoloft, che, in combinazione con la terapia, mi tiene sano, ma consente ancora sentire alti e bassi. L'anni e alti e bassi scuro - chimica ed al contrario - hanno sempre informato il mio lavoro; essendo un comico è di circa esporsi, verruche e tutti. Ma il mio stand-up si è evoluta insieme a me, dalla nave muto, arrogante ho usato nel mio Gesù è magico spettacolo dal vivo e The Sarah Silverman Program, alla mia persona nel mio spettacolo attuale, ci sono miracoli, che si sente più onesto perché è in realtà solo a me parlare.

Qualche anno fa, ho casualmente detto qualcosa in un'intervista di essere paura di avere figli perché potrei passare la depressione su di loro, ma non so se mi sento più così. Mi piace pensare che sarebbe la terapia attraverso di essa (invece di helicoptering intorno i miei figli con orrore che qualcosa non va con loro, come il mio personaggio Laney). Una parte di me è pazzesco bambino. Una parte di me va, 'Perché no?' Ogni giorno aggiungo 'uova Blocca?' al mio to-do list. Poi viene trasmesso alla lista del giorno successivo. Forse mi adotto.

Io ho il dolore circa la possibilità che io possa mai avere i miei figli. E ho ancora spirali verso il basso, giorni in cui devo trascinarmi sul palco a fare stand-up o Sono solo testi Tweeting Morrissey dal mio letto. Ma c'è una cosa che so che ho usato per non so: passerà. E lo fa. Di solito dopo 24 ore o giù di lì di sguazzare nella musica deprimente e di essere lo Sylvia Plath dei social media, un amico raggiungerà fuori: "Sei OK ho visto che Tweet." E io sorta di scatto ad esso e tornare alla vita. Ho imparato che tenere occupati è una buona cosa per me. Come mia mamma ha sempre detto, devi solo avere il coraggio di esistere attraverso di essa.

Quella lezione mi ha aiutato a superare le riprese I Smile Back, che io non sono bugia andando, non era un grande di 20 giorni. Dopo abbiamo avvolto, e avevo sparso la pesantezza di esso, ero così contento di aver fatto questo film. Non può essere stato divertente, ma era spaventoso e che ti fa crescere. Inoltre, io non sono a corto di felicità. Mi piace avere il pranzo con gli amici. Amo le risate che escono dalla stanza di scrittori. Mi piace ascoltare la radio di colloquio. Amo il mio ragazzo e voglio passare la mia vita con lui.

Non augurerei a nessuno la depressione. Ma se si dovessero verificare che, sapere che dall'altra parte, le piccole gioie della vita che sarà molto più dolce. Tempi duri passeranno. Si sta giocando il gioco lungo, e la vita è completamente la pena.

Come ha detto di Genevieve campo @ GenField8

Sarah Silverman è un'attrice, comico e la star di I Smile Back. Lei è anche l'autore del libro di memorie Il bedwetter: storie di coraggio, di riscatto e Pee.

Per il supporto e la consulenza, visitare mind.org.uk