Attacchi a Parigi: sono sopravvissuto al massacro di Bataclan | IT.rickylefilm.com
Il trucco

Attacchi a Parigi: sono sopravvissuto al massacro di Bataclan

Attacchi a Parigi: sono sopravvissuto al massacro di Bataclan

“Sono sopravvissuto al massacro Bataclan”

Il 13 novembre dello scorso anno, tre terroristi ISIS hanno aperto il fuoco al teatro Bataclan di Parigi, uccidendo 89. Katie Healy, 28, e il suo fidanzato, David Nolan, 33, erano in mezzo alla folla. Questo è il racconto straziante di Katie della notte era convinta sarebbe stata la sua ultima. Come detto a Julie McCaffrey

I suoi stivali di pelle nera erano pollici dalla mia testa mentre camminava intorno pile di corpi, sparando chi si lamentava o spostato. Ha licenziato il suo Kalashnikov a persone che erano già morti. Ho sentito un'accettazione tranquilla e calma che sarei morto presto.

Sdraiato a faccia in giù sul pavimento Bataclan, sapevo che le mie parole al mio ragazzo, David, che giaceva protettivo sopra di me, sarebbe la mia ultima.

"Questo è tutto. Ti amo. Addio".

Il nostro viaggio a Parigi era arrivato al momento più felice. In amore per due anni e che vivono insieme per sei mesi, David e ho sentito tutto stava cadendo in posizione. Sul mio 28 ° compleanno, tre settimane prima, David ha iniziato la giornata con freddezza agire come se si fosse dimenticato di esso. Poi mi ha portato cornetti caldi e 48 rose rosse e bianche a letto. Mi sentivo assolutamente amato, fortunato e positivo per il futuro. Dentro la sua carta aveva scritto: "Fai le valigie - che andremo a Parigi."

Siamo atterrati intorno all'ora di pranzo e passeggiato con le strade di Parigi, avvolto contro il freddo fresco. Il fine settimana è stato il nostro primo mini vacanza all'estero come una coppia. Avevamo programmato per esplorare le boutique, vista da vedere e guardare la gente da caffetterie.

Aquile di quella notte di concerto Death Metal era imperdibile perché siamo entrambi appassionati. Siamo arrivati ​​al Bataclan presto, trovato un tavolo sulla terrazza e ordinato baguette così abbiamo potuto godere il ronzio da parte di persone intorno fresatura. Eccitazione di vedere la band ha dato l'aria di una carica elettrica. Eagles of Death Metal sono impossibili da guardare senza sorridere, ridere e ballare. Danno loro folle una fuga gioiosa dalla dura realtà. Ma la realtà più dura decimato che il divertimento, zona sicura.

David e io stabilirono in un luogo al piano di sotto, non lontano dalla porta, con le spalle al bar. Siamo stati raggiante mentre ballavamo. Sei o sette canzoni in, ho sentito una spinta da dietro. Poi qualcosa bagnato mi ha colpito.

Mi girai verso David per chiedere se una bevanda aveva rovesciato su di me. Un lampo di luce, scatto di arma da fuoco. Quindi far scattare, scatto, scatto. Non c'era tempo per elaborare una pallottola di essere licenziato perché c'erano così tanti. E non si è fermata. Sentivo incredulità. Ho pensato, 'Io so quello che sta accadendo - ma non può accadere.'

Improvvisamente ero a terra. Ho battuto la testa dura quando sono caduto. Ho sentito persone dire "petardi", ma sapevo che non era così. Il sapore del sangue è come un boccone di rame. L'odore della polvere da sparo è come un fuoco d'artificio di mille volte.

David strisciato su di me e ci siamo distesi. L'uomo che era stato in piedi di fronte a me era definitivamente morto. La signora con lui era andato troppo. Capii allora che si trattava di un massacro. David ha sempre detto che è il suo istinto per proteggere me - che è una delle tante cose speciali su di lui. Ma ho voluto proteggere anche lui. Ero terrorizzata di sentire un proiettile lo portano. Se fanno male David, vorrei correre verso di loro.

La prima tornata di spari suonava spietata sullo sfondo di grida. Quando si fermarono, David mi tirò su e disse: "Corri!" Il terreno era scivoloso di sangue, che è stato schiumoso perché era così fresco. Il pavimento era così fittamente coperta di parti del corpo e del sangue, non so se era in legno o moquette.

Dopo che avevamo preso appena un paio di passi, la sparatoria ha iniziato di nuovo. Immediatamente abbiamo abbassato al pavimento. Sapevo che gli uffici di Charlie Hebdo erano vicini. Sapevo che questo era ISIS. E mi sono sentito freddo indescrivibile, ancora paura. David si arrampicò su di me ancora una volta, che copre mio torso e la testa. Il mio cuore batteva così forte, il respiro era così pesante, mi sono preoccupato avrei fatto lo issa solo respirando. Eravamo un grande bersaglio in movimento.

Le luci si accesero e ho visto un uomo vicino alla mia faccia soffocamento a morte il suo sangue. Ho cercato di mantenere guardarlo così l'ultima cosa che vide non era un uomo armato. La mia testa e il naso erano piatti sul pavimento, con il sangue sulle labbra e il viso.

La sparatoria infuriava. Ogni colpo ha fatto il terremoto assi del pavimento. Proiettili cracking e rimbalzarono. Sotto il suono di arma da fuoco, David tranquillamente mi ha parlato tutto il tempo. Abbiamo ripetuto le stesse cose gli uni agli altri: ". Stai giù Mantenere la calma non ti muovere Ti amo è ok..."

Tra gli scatti era stranamente tranquilla. Le urla che era scoppiato quando il fuoco ha iniziato spense. Eravamo tutti troppo paura di urlare. Anche le persone che muoiono reso il meno rumore possibile. Continuavo a pensare, 'Questi sono i miei ultimi pensieri e respiri.' Ho voluto riempire il tempo che avevo lasciato con pensieri di coloro che amavo.

Gli strumenti sul palco erano ancora collegati e ho potuto sentire un ronzio elettrico. Dopo ogni colpo d'arma da fuoco, le corde vibravano. Sento ancora che ronzio cava ora. Di notte mi tiene sveglio e mi riporta. Questo è quello che sto trovando così difficile - è piccole cose, come il suono ammaliante di corde vibranti.

Le porte erano chiuse, la gente intorno a noi erano stati uccisi ed era impossibile uscire. Abbiamo sentito dei passi e spari, passi e spari. L'uomo armato è stato sempre più vicino. Abbiamo visto gli stivali sei pollici a destra di noi. Stivali neri che vengono a rubare le nostre vite. Ho pensato alla mia famiglia e un'immagine giocato fuori, più volte, di mamma e papà in salotto e la mamma di essere consegnato un telefono cellulare che avrebbe portato cattive notizie. Ho pensato di non avere figli, di morire con David. Ci siamo salutati.

Poi si passò davanti a noi. E io non so perché. Sembrava un secondo dopo che David ha visto una porta aperta e disse: "Alzati e corri!" Ho detto, "No, per favore no. Fare il morto". Ma lui mi ha trascinato su e ci siamo imbattuti verso una porta aperta, mentre hanno sparato contro di noi. Abbiamo saltato sui corpi e ho cercato di non stare in piedi a nessuno. Ho guardato per vedere se ci fosse qualcuno che potremmo trascinare con noi. Ma nessuno era vivo. Verso le dieci di noi sfuggita in strada. Ho sentito sbattere la porta dietro di noi. Le mie scarpe pendevano dalle loro cinghie, e pieni di sangue. Li ho strappato via e continuato a correre. Quando ho invitato David di fare in fretta, ha detto, "Non posso. Penso che hanno sparato."

La sua scarpa è stata causi una tracimazione di sangue e più stava pompando fuori. Così gli ho trascinato fino a raggiungere una strada. Ho urlato e ho cercato di onda giù auto che non si sarebbe fermato per noi. Fui presa dal panico allora. Le mie chiamate non erano sempre fino ai servizi di emergenza e ho iniziato a disperare.

Poi una ragazza dietro le porte di un condominio mi ha visto e mi ha portato in. Non c'era da nascondere la cruda realtà nella luminosa, sala con specchi. Ha dimostrato David sdraiato, la faccia dello stesso colore come il pavimento di marmo freddo. Stava lottando per rimanere cosciente. Ho preso la mia riflessione. Il mio viso era coperto di sangue e ho cercato di pulirla con la manica, ma il mio braccio era coperto di sangue troppo. Non mi sentivo al sicuro in una hall di vetro con luce fluorescente, così abbiamo preso un ascensore per un piano più alto.

Nel corridoio, la ragazza ha cercato di fermare l'emorragia di David legando la sua sciarpa intorno al suo piede. Lei era nella sua metà degli anni venti, e molto competente. Si tolse la scarpa di David e abbiamo visto un buco scoppiare attraverso di essa. Un altro residente ha chiamato il loro amico medico, che è venuto in fretta. E come ha trattato David, ho mandato un messaggio nostre famiglie. "David è stato girato. Io sono OK. Andare in ospedale. Chiamerà".

In macchina sulla strada per ospedale ho accovacciato su David, terrorizzato che avrebbe essere colpito se c'è stata una sparatoria in strada. I medici lo hanno accelerato via non appena abbiamo raggiunto l'ospedale, e sono caduto a pezzi. Ero in una sala d'attesa, con il sangue sui miei vestiti e pezzi di orrore tra i capelli, senza parola di David per cinque ore. Singhiozzando, in grado di comunicare, perché tutto il mio francese era scomparso. I miei occhiali erano stati buttato giù e la mia visione sfocata esacerbato la mia paura.

Infine, un medico mi ha portato a David ed io siamo stati al suo letto per due notti, vestiti in tuta di un bambino che mi ha dato l'ambasciata irlandese. Mia sorella Faye li aveva contattati da casa.

David da allora ha avuto cinque operazioni sul suo piede polverizzato ed è in una sedia a rotelle. Non siamo ancora sicuri del risultato, e stiamo concentrando sulla sua salute, per ora. Mentalmente, sto lottando. Ho avuto una sessione di consulenza, ma non ho trovato utile. Come si può capire?

Il costante ronzio nelle orecchie significa non ho sentito il silenzio dal momento che il Bataclan. Sento ancora dei passi e colpi di pistola. Ho ancora vedere, sentire e gustare quella notte. Il sonno mi sfugge. E io sono nervoso in luoghi affollati. Solo a piedi attraverso un centro commerciale mi può dare una sensazione di tensione allo stomaco, un senso di sventura che mi dice, 'Devi uscire di qui'. Ma cerco di ricordare a me stesso che sono al sicuro.

Non ho rabbia. Proprio la tristezza per il popolo perduto. Abbiamo visto la notizia che le persone che mangiano accanto a noi sulla terrazza tutti morti. Abbiamo assistito loro mangiare il loro ultimo pasto. Sono anche triste per i terroristi. Così tante vite perdute, e per cosa? Qualunque cosa hanno cercato di fare, non ha funzionato.

L'effusione di amore da parte degli stranieri in Francia e in casa ci ha travolto. Abbiamo visto tanta gentilezza, tanti fiori e le carte. La ragazza nel condominio. L'uomo che ha scritto una poesia in movimento per noi e lo ha inviato a "Katie Healy, Bataclan Survivor" - e mi ha raggiunto. Abbiamo visto il peggio e il meglio delle persone.

Dopo un appuntamento in ospedale a Dublino nel mese di dicembre, David mi ha trattato per una notte nel mio albergo preferito. Nella nostra bella sala, mi voltai per vederlo fuori dalla sua sedia a rotelle e giù su un ginocchio. Ha proposto e naturalmente ho detto di sì. Aveva progettato di proporre che weekend a Parigi e l'anello era nella sua borsa torna in albergo.

Ho twittato le nostre news - una scintilla di luce in un momento buio. Ma ho subito pentito. Perché il giorno dopo ero sbalordito a vedere me stesso sulla prima pagina dei giornali irlandesi. Sembrava che stavamo ostentando la nostra felicità e mi sentivo in colpa che così tante persone al Bataclan non fidanzarsi o non avere un marito o una moglie più.

Le nostre vite felici sono a brandelli, ma David ed io siamo determinati a ricostruire la loro. Noi non siamo le stesse persone, ma siamo ancora in amore e odio deve essere sempre sconfitto da amore. Non daremo i terroristi l'odio che vogliono. Dobbiamo dimostrare che vince l'amore.