Ateh Jewel: My Racial Discrimination Journey | IT.rickylefilm.com
Lo stile

Ateh Jewel: My Racial Discrimination Journey

Ateh Jewel: My Racial Discrimination Journey

I modi scioccante che ho stati discriminati a causa del colore della mia pelle

Il mio viaggio.

Marzo 21 marchi Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale.
GLAMOUR invitato scrittore bellezza con sede a Londra, Ateh Jewel, di condividere la sua esperienza di discriminazione razziale e di come lei sta sperando in un futuro più equo per le sue figlie.

E 'il 21 ° secolo ed è Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale. In questo giorno, nel 1960, la polizia ha aperto il fuoco e ucciso 69 persone in una manifestazione pacifica a Sharpeville, in Sudafrica, contro le leggi dell'apartheid passaggio.

Come donna del patrimonio nigeriana e Trinidad cresciuto nel Regno Unito, mi sconvolge pensare che i miei genitori hanno vissuto attraverso gli anni dell'apartheid e del movimento dei diritti civili. Mi sento triste che abbiamo ancora bisogno di un giorno per ricordare a tutti di vedere il carattere invece di colore, ma, purtroppo, è ancora necessario.

Sono stato un giornalista di bellezza per 17 anni e mi ricordo una delle mie prime grandi colloqui di lavoro per un importante magazine, dove mi è stato chiesto se mi sentivo più “bianca” perché ero così ben istruiti. Sentivo lo shock, la rabbia e la bile in bocca, ma questo era prima dei giorni di social media. Questi erano i giorni di potenti guardiani del cancello come Weinstein, i quali, con un sussurro, potrebbero distruggere i tuoi sogni, così ho inghiottito la mia rabbia e le disse che “L'istruzione non ha un colore, o sei istruito o non lo sei ”. Ho giurato di lavorare sodo e distruggere questo tipo di ignoranza con la mia eccellenza, le mie parole e di essere sulla parte interna del settore.

Sono andato freelance all'età di 24, perché sapevo che in fondo mi sarei mai fatto un direttore di bellezza perché non solo ero nero, ero anche il grasso, il che significa che non ho aderire a qualsiasi norme sociali, pressioni o spunti. Tutta la mia carriera è stata costruita sul fatto che mi sono rifiutato di essere una damigella d'onore, come un numero di lavoro duro 2 o vice in una rivista, ben sapendo che non avrei mai essere promosso.

Sono contento tempi sono cambiati, ma non più di tanto. Ancora, su base giornaliera, sento esausto e arrabbiato per come sto trattato. Sono finiti i giorni in cui qualcuno ti chiamerà la 'N parola' per il viso, ma micro aggressioni quotidiane mi fanno sentire drenato. Dalle donne in eleganti negozi che sghignazzare, sussurrano dietro la schiena e mi seguono con sospetto intorno al negozio, e cassieri che non mi offrono la carta ed il sacchetto tessuto trattamento completo perché non pensano che io sia valsa la pena, a la donna che serve il mio cibo al cinema Everyman, che mi cacciò fuori il modo e automaticamente offerto a mio marito bionda dai capelli e dagli occhi azzurri (nel corso di una proiezione di Black Panther, non meno), sono stufo di esso.

Questa è la cosa con il colore: alcune persone mi vedono come una vittima, rifiuti, un intoccabile, qualcuno che può buttare giù, che è più basso e più asserviti a loro - tutto sulla base del fatto che ho più melanina di allora. Mi vedono come un immigrato poco istruiti. Io sono un immigrato, ma siamo venuti in questo paese, perché mio padre era un diplomatico che lavora per le Nazioni Unite mi vedono come ignoranti, ma sono andato a una scuola privata cattolica di Ragazza in Knightsbridge e poi siamo andati a leggere la storia presso l'Università di Bristol. Ho eseguito le mie attività in proprio, ho avuto un fidanzato che ho incontrato a 19 anni, l'ho sposato e siamo stati sposati per 12 anni e insieme per 20 e hanno belle eredità mista figlie gemelle insieme.

Sono un nerd, un geek, mi piace Sci-Fi, Jane Austen, Storia medievale, Mozart, così come Hip Hop. La gente non vedono o vogliono sapere tutti questi diversi lati a me, solo a me giudicare dal fatto che io sono nero e hanno i capelli texture naturali. Questo è tutto quello che sono per loro.

Quando alcune persone mi vedono, vedono un discendente di uno schiavo. Vedono un perdente storica, una vittima, e mi caricano con tutti i loro pregiudizi e stereotipi.

A tre anni, i miei sei anni figlie gemelle misti imparato la lezione che essi sono giudicati da persone sulla quantità di melanina nella loro pelle. Uno sconosciuto mi ha detto che le mie ragazze erano belli, ma quello con la pelle e gli occhi azzurri più eque era più bella. Dopo alcune parole scelte, ci siamo lasciati e la mia altra figlia, che è più scuro con gli occhi marroni ha detto: “Mamma non quella donna che mia sorella è migliore di me, proprio perché ha gli occhi azzurri e pelle di pesca?” Le ho detto la verità, che era vero, ma che non era giusto.

Ciò nonostante, hanno imparato una lezione triste quel giorno. Spero che il mondo si evolve e cambia sufficiente che essi non avranno i loro cuori e sogni infranti dal fanatismo e discriminazione razziale degli altri.