I premi Golden Globe sono una vittoria per la campagna Ask Her More | IT.rickylefilm.com
I marchi

I premi Golden Globe sono una vittoria per la campagna Ask Her More

I premi Golden Globe sono una vittoria per la campagna Ask Her More

Perché il tappeto rosso di Golden Globes è stata una vittoria per il femminismo

Per attivista femminista Laura Bates, i Golden Globe 2016 è stato un cambio di gioco per le donne sul tappeto rosso

Sapevate che Alicia Vikander è un paracadutista? Che Gina Rodriguez si sente incredibilmente stretta connessione con la sua Jane personaggio Virgin? O che Brie Larson ha un pre-Golden Globes pep-talk esilarante e di sostegno da Emma Stone?

Abbiamo imparato tutto questo e molto di più dalle interviste red carpet del 2016 Golden Globe, un passo in avanti rinfrescante dalle solite domande su abiti, capelli e consigli di bellezza. Si sentiva come una boccata d'aria fresca per vedere finalmente le donne sul tappeto rosso di essere autorizzato la stessa possibilità di essere divertente, intelligente e passionale come i loro colleghi maschi.

In gran parte lo spostamento è dovuto alla campagna eccellente #AskHerMore del Progetto Rappresentanza. Mentre, naturalmente, c'è ancora un posto per ascoltare di moda sul tappeto rosso, #AskHerMore ei suoi sostenitori celebrità (tra cui Reese Witherspoon, Lena Dunham e Amy Poehler) sollecitare intervistatori e dei media punti per mostrare l'intera gamma di interessi e talenti delle donne, piuttosto che concentrarsi esclusivamente sui loro sguardi.

Con le donne ancora solo prendendo il 28% dei ruoli parlanti nei film di Hollywood (e tre volte più probabilità di essere mostrato parzialmente nudo rispetto ai loro colleghi maschi stelle), è una parte importante di una battaglia più grande da combattere sopra la parità di genere.

Come i Golden Globes ha dato il via alla stagione 2016 premi, c'erano un sacco di segni che la campagna sta raccogliendo slancio, con intervistatori chiedere una gamma molto più ampia di domande, si spera il tono per i futuri tappeti rossi. E! Notizie ospite Ryan Seacrest sembrava aver preso l'idea di bordo, mentre aspettava fino alla fine di ogni intervista a chiedere attrici sui loro abiti.

Uno dei momenti più rinfrescanti della notte stava guardando Seacrest chiedere sia Olivia Wilde e compagno Jason Sudeikis come avere un figlio era cambiato l'esperienza di assistere i Golden Globes per loro, prima di passare alla griglia Sudeikis sulla sua scelta di scarpe senza chiedere Wilde circa il suo vestito.

Il New York Times si è spinto fino a suggerire che le scelte di moda della notte consapevolmente riflettono la preoccupazione corrente con la parità di genere a Hollywood, citando la preferenza per i 'disegni aerodinamici' oltre 'abiti da sirena' e 'abiti principessa' come prova. (Anche se la sua osservazione che 'la maggior parte degli abiti sono stati tagliati in modo da chi l'indossa poteva camminare da sola' impostato un bar relativamente basso per la moda femminista!)

Il progresso non avviene durante la notte - alcune attrici erano ancora oggetto di domande abbastanza banali - ma grazie ad un fiorente movimento per l'uguaglianza di genere e un supporto che sembra finalmente essere in ascolto, abbiamo certamente avuto modo di scoprire molto di più di celebrità sul tappeto rosso passato...

  1. Jennifer Lawrence balzò al volo l'opportunità di svolgere un "potente incredibile", donna come Joy Margano ed era affascinato dalla sua storia di vita
  2. Quando Malin Akerman cerca un nuovo progetto che è particolarmente attratto da personaggi femminili forti e materiale di grande
  3. Laverne Cox ha evidenziato l'importanza di una 'varietà senza precedenti di donne' in Netflix mostrano Orange è il nuovo nero
  4. Chicago PD stelle Sophia Bush è molto entusiasta di nuovo club del libro femminista di Emma Watson!
  5. Viola Davis ha reso omaggio a Shonda Rhimes per la creazione di spettacoli televisivi che riflettono il mondo, e le persone in essa, il modo in cui davvero l'aspetto, senza discriminare sulla base di età, razza o dimensione.
  6. Julia Louis-Dreyfus pensa l'attuale panorama politico è quasi 'troppo jokey' per essere satira da show televisivo Veep

Laura Bates è fondatore del progetto Everyday sessismo e il suo nuovo libro, sulla ragazza, è fuori nel mese di aprile

12 donne che calci sempre ass