Beth Ditto lancia letichetta plus size - intervista | IT.rickylefilm.com
I marchi

Beth Ditto lancia letichetta plus size - intervista

Beth Ditto lancia letichetta plus size - intervista

Beth Ditto vuole progettisti di "smettere di vestire tipo un solo corpo"

Non è un segreto che Beth Ditto, ex designer cantante-moda piombo Gossip, non è felice con l'attuale offerta in maniera corpo-diversificata. E ora, in una mossa per portare la questione in mano la situazione, Beth ha lanciato il suo primo stand-alone, etichetta omonimo, plus-size.

La collezione di debutto è ispirata dall'amore di Ditto di stampe d'epoca e vibranti con il pezzo chiave è un ricamo, psychadelic giacca stampa demin (si fidano di noi - è incredibile).

Parlando a GLAMOUR, Beth ci parla attraverso dove lei ottiene la sua fiducia da parte, perché la signorina. Piggy è la sua icona di stile, e cosa pensa del termine "plus-size".

Cosa ti ha spinto a lanciare la propria linea, in primo luogo?

Volevo solo fare qualcosa e fare qualcosa che ho voluto indossare. E 'stato solo il tempo, Gossip era finita, era giunto il momento di prendersi una pausa. Poi abbiamo preso una pausa e ho deciso mi è stato fatto. Ne abbiamo parlato per sempre, fin da quando ero un ragazzino e io ero proprio come "sai cosa? Non c'è momento migliore di adesso". Così abbiamo appena ottenuto insieme, io e il mio amico, [noi] appena tirato tutte le nostre risorse cazzo insieme. È fantastico; è piuttosto l'impresa commerciale.

Qual è stato il punto di partenza?

La giacca! Ho appena saputo. Ero come voglio una giacca di jeans che ha una pittura psichedelica sul retro. E 'stato il punto di partenza e poi è stato come: "sappiamo che vogliamo questo, sappiamo che vogliamo che..."

Eccezionale! Allora, qual è la vostra opinione sul plus size attuale offerta in moda?

Penso che sia meglio che lo sia mai stata, c'è un sacco di opzioni per gli stili differenti. C'è un sacco di opzioni di tendenza. C'è un sacco di negozi che hanno una sezione plus size, come Forever 21, H & M, Target ha uno... Ci sono più opzioni di là di quando ero più giovane, come dieci anni fa, ma ancora non credo che sia ancora lontani. Ci sono opzioni più fredde e sono più giovane, ma io in realtà non credo che sono costruiti per durare. Penso che questo sia il punto: sono qui oggi, andato domani.

Qual è la tua opinione sul tag 'plus size'? Alcune persone non sono appassionato di esso...

So che alcune persone non piace, e credo di aver capito, ma onestamente io proprio non mi interessa più di tanto. Penso che sia un buon punto e parte della conversazione. [L'avversione per il termine 'plus-size'] è importante nella misura in cui è solo una persona e non avrebbe dovuto essere presente marginale, di nicchia, dopo-pensiero... Ma non mi interessa quello che mi chiami. Penso che sia una mossa definita nella giusta direzione solo per cooptare tutto - per noi solo per essere una cosa.

Chi è a suo avviso di indossare la tua collezione?

Tutti i tipi di persone. Vedo i ragazzi in esso, vedo le donne in esso, vedo partiers... Mi auguro che ci sono cose lì dentro per una ragazza o di una persona che aveva un evento speciale e potrebbero sentono come se avessero qualcosa nel loro armadio che potrebbe essere il loro go-to. Questo era qualcosa che mancava per me un sacco.

Come descriveresti l'aspetto generale della collezione?

Affidabile. È strano?

Quali sono i tuoi pezzi preferiti? Hai detto che la giacca di jeans...

Amo la giacca di jeans. Amo il caftano, amo tutto e vorrei indossare tutti loro in un certo contesto. Ognuno di loro.

Chi sono i tuoi eroi in stile?

Amo Miss Piggy -. Lei è sempre in evoluzione con i tempi. Non è così divertente non v'è una differenza di essere alla moda e sempre in evoluzione? Penso che sia la signorina. Piggy per voi proprio lì. Chi altro? Mi piace David Bowie - L'amo così tanto!

Cosa pensa il mondo della moda ha bisogno di fare meglio per rappresentare la diversità delle forme del corpo femminile?

Prima di tutto, iniziare a fare le cose più grandi e considerare le persone e non le emarginare, non li vergogna. Voglio dire, c'è un sacco di cose, come l'età e tutto. Smettila di vestire tipo più e più volte un solo corpo. Non so ciò che ci accingiamo a fare, ma dobbiamo iniziare a spingere le cose per essere accessibile e durevole.

Dove si ottiene la fiducia da?

Credo che il punk e il femminismo. Credo [che si ottiene la fiducia] quando si sono icone che non sono convenzionali, o quando si guardano le cose in un modo diverso caduto. Mi ha dato un contesto al di fuori di quello che si vede nelle riviste o in televisione.

Il 15 dicembre 2016, abbiamo scritto.

Beth Ditto lancia una linea di moda per taglie forti a febbraio e, per festeggiare, lei ha collaborato con il leggendario progettista e amico Jean Paul Gaultier su un one-off, in edizione limitata T-shirt.

La stampa presenta il suo design iconico di proiettile reggiseno corsetto - notoriamente indossato da Madonna negli anni Ottanta - e sarà disponibile fino alla taglia 30. Idem ha colpito la passerella per Gaultier prima, in modo da non venire come una grande sorpresa che essi hanno unito le forze ancora una volta.

"Jean Paul è il più generoso, persona positiva, che ama davvero le donne di tutte le dimensioni e le età e sa come far sentire tutti bellissima", ha detto Idem. "Mi piace che questa maglia è divertente e chic allo stesso tempo, come tutte le persone migliori!"

Ma torniamo al proprio marchio di Idem - anche se lei ha lavorato con nomi del via sulla plus-size gamme prima, questa è la prima volta che ha lanciato la sua propria etichetta. L'estetica del marchio sarà ispirato dall'amore di Ditto di stampe d'epoca e vibranti. Ci sarà anche un focus sulla sete, rayon e ricami, che il cantante ritiene spesso mancano dalle linee plus-size.

"Questa linea è da noi, per noi, periodo," ha detto. "E 'il mio sogno di una vita per arrivare a disegnare abiti reali per persone grandi, vestiti che sono confortevoli e cool!"

10 giubbotti da aviatore eleganti ispirate da Gucci