Hani Sidow è il nostro blogger di bellezza musulmano | IT.rickylefilm.com
La bellezza

Hani Sidow è il nostro blogger di bellezza musulmano

Hani Sidow è il nostro blogger di bellezza musulmano

Nuova bellezza musulmana blogger di GLAMOUR Hani Sidow su come lei vuole essere una voce per il cambiamento

E siamo proprio dietro di lei.

Introducendo il nostro nuovo editorialista, 21 anni, blogger bellezza somalo-nato e Instagram stelle, Hani Sidow. Con sede a Londra Hani sta rompendo tabù di essere una bellezza amante Hijab chi li indossa, aiutando ispirare altre donne sulla bellezza musulmana, la moda e la modestia. Nella sua prima colonna per GLAMOUR, si rivela come lei sta usando i social media come la sua voce per il cambiamento.

Quando ho lanciato il mio conto Instagram, volevo solo aiutare le persone con il loro trucco.

Ma presto mi resi conto, non c'erano un sacco di blogger là fuori che sembrava come me e che avrei potuto riguardare. Volevo altri giovani ragazze musulmane di sentirsi come potrebbero identificarsi con me.

Ho sempre trovato difficoltà a trovare la mia giusta tonalità di make-up.

L'obiettivo era in ultima analisi, di condividere i prodotti perfetti con le mie altre sorelle dalla pelle scura che stanno lottando. E inoltre, per ricordare le ragazze musulmane che indossano l'hijab, che non è una barriera, ma piuttosto una parte di noi che ci permette di essere unico ed esprimiamo la nostra individualità. Dovremmo festeggiare per mezzo di diversi stili e altre forme di espressione attraverso la moda e il trucco.

Come posso ci sto dando una voce.

Il mondo è un posto grande, c'è uno spazio uguale per tutti di essere rappresentato. Ma è stato solo di recente che più profondi della pelle musulmani dai toni hanno ricevuto il riconoscimento che meritano. Stavo lì tifo dietro il mio schermo del telefono, quando ho visto #blackmuslimahexcellence e @darkskinnedhijabis conti decollare in soli tre giorni. Credo che questo era molto necessaria e ha dato le donne come me una voce sui social media.

Come cliché come sembra, voglio spronare gli altri come me.

Ogni giorno vado su una baldoria di gradimento. Seguo oltre 2.000 persone su Instagram e non ho incontrato più di persona, ma mi sento come se li conosco a livello personale. Il mio amico @princesalad, che ho incontrato su Twitter, ha condiviso l'immagine di somalo atleta @ moe_jama92 sulla sua storia, l'altro giorno, che ho screenshot e condiviso. Mohamed (@princesalad) poi mi messaged a chiedere se lo conosco. Era sconvolto di sentire che stavo dando sostegno e la condivisione di una persona che non lo so. Siamo una piccola comunità affiatata. Simpatia e commentando spese folli sono i nostri modi di dire, “Sì ti vedo ", e sostenere l'un l'altro.

Cresciuto in Somalia, non ho mai veramente identificato con nessuno ho visto nei media.

Tutte le mie influenze sono venuti dalla famiglia e dagli amici più stretti. Non mi ricordo molto di Somalia, ma sono tornato di recente nel mese di settembre 2017 e sono rimasto sorpreso di vedere quanto la gente sapesse di make-up e bellezza. Ho sempre sentito dire che si dovrebbe seguire una carriera che aiuterà la gente a casa una volta che si torna, come essere un medico o l'insegnante migliore, ma c'è sicuramente spazio per tutto. Mi resi conto che il mio viaggio.

Ero giovane quando sono arrivato nel Regno Unito nel 2003. Non ero una di quelle persone che sapevano quello che volevo fare fin dall'inizio. Sapevo solo che volevo fare il meglio le opportunità che avevo che vivono qui.

I marchi che hanno creduto in me.

Ho lavorato a stretto contatto con alcuni marchi, tra cui Buxom & NSPA. Questi marchi hanno creduto in me e hanno condiviso i miei contenuti su Instagram costantemente, senza mai permettendo la mia religione o il mio velo per essere una barriera. E sono sempre grati!

Quando un marchio ristampato le mie foto, le persone ignoranti uscire a giocare e giudicare. Ci sono sempre commenti negativi on-line. Ho imparato ad accettare che non è perché sono persone orribili e piace stare dietro i loro schermi con l'obiettivo di rendere le persone si sentono male. Ma sono persi e hanno bisogno di capire e di vedere le cose da un punto di vista diverso. È per questo che oggi sono qui! Sono qui per abbattere queste barriere e sfidare questi stereotipi. Hijabis venuto a uccidere troppo; amiamo il nostro haircare, modesta la moda e tutto ciò che la bellezza-correlati.

Sono entusiasta di condividere questo percorso con tutti voi, in modo da portare i vostri spuntini, il tuo blocco note e cerchiamo di condividere tutti i nostri segreti e consente di sentire i nostri hijab, piuttosto che sentirsi limitato.

Restate sintonizzati per il mio prossimo colonna in cui parlerò tutto su capelli! Solo perché indosso un hijab, non significa che non mi importa dei miei capelli.

Ci vediamo tra una quindicina di giorni...